Superbonus 110%. Il condomino che sta per iniziare i lavori ha diritto a visionare il fascicolo contenente la licenza edilizia.

Superbonus 110%. Il condomino che sta per iniziare i lavori ha diritto a visionare il fascicolo contenente la licenza edilizia.

La proprietaria dell’appartamento del piano di sotto ha diritto non soltanto a visionare il materiale necessario al Superbonus 110% ma anche a farsene le copie.

Fatto:  La proprietaria dell’appartamento di sotto sta per iniziare i lavori del cosiddetto “superbonus”.  Per farlo deve presentare i documenti sullo stato dell’arte.

Ha bisogno di vedere tutta la documentazione tecnica sottesa al procedimento amministrativo. Procedimento che ha portato al rilascio della licenza edilizia da parte del comune in favore di sempronio, in relazione alla demolizione del tetto di legno e alla ricostruzione dello stesso in cemento armato dell’immobile.

La ricorrente ha agito avverso il silenzio rigetto formatosi in relazione all’istanza presentata all’amministrazione comunale a mezzo pec, per l’accesso ai documenti amministrativi afferenti all’intero fascicolo ed a tutta la documentazione.

Il ricorso è accolto perché il silenzio rifiuto del comune risulta illegittimo.

Decisione. Emerge l’interesse all’accesso alla documentazione richiesta, in considerazione della contiguità dell’unità immobiliare in proprietà della ricorrente con quello della parte controinteressata. Come chiarito, dalla giurisprudenza, l’amministrazione deve consentire l’accesso se il documento contiene notizie e dati che, secondo quanto esposto dall’istante attengono alla situazione giuridica tutelata.

In relazione alla richiesta emerge un interesse dell’istante.

L’interesse è diretto, in quanto correlato alla sfera individuale; concreto, perché i dati da acquisire servono per essere ammessi all’agevolazione; attuale, anzi urgente, laddove i benefici fiscali risultano comunque temporanei. E risulta pure strumentale sul piano soggettivo, dal momento che la situazione della signora merita tutela dall’ordinamento; sotto il profilo oggettivo, visto che i documenti servono a veicolare le informazioni richieste dalle autorità.

I trenta giorni a disposizione del Comune per adempiere partono dalla comunicazione della sentenza del Tar o dalla notifica della decisione. All’ente non resta che provvedere al pagamento delle spese di lite.

Principio di diritto. Il Comune ha trenta giorni per far visionare ed estrarre copia, al proprietario dell’immobile sottostante, che intende ristrutturare l’appartamento con il superbonus 110%, il fascicolo contenente la licenza edilizia per il rifacimento del tetto. (Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio)

 

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *